Tre tipi di visto di lavoro per l’Australia a cui si può avere diritto

Last updated on Maggio 14th, 2024 at 11:34 am

Essendo un grande Paese con una popolazione relativamente poco numerosa, per mantenere attiva la sua economia l’Australia dipende dai nuovi arrivi dall’estero e noi di  Remitly abbiamo molti clienti che si sono trasferiti in Australia.

Alcuni rimangono solo per pochi anni, mentre altri richiedono un visto di lavoro per l’Australia per ottenere successivamente la residenza permanente e la cittadinanza australiana.

La sua solida economia e l’elevata qualità della vita fanno dell’Australia una destinazione attraente per molti immigrati. Tuttavia, i visti di lavoro prevedono requisiti di idoneità e condizioni specifici per l’occupazione.

Prima di trasferirti in Australia, assicurati di avere tutti i documenti in ordine e di richiedere il visto giusto per la tua situazione.

Chi ha bisogno del visto di lavoro per l’Australia?

Se arrivi in Australia dall’estero e non sei già cittadino australiano o residente permanente, avrai bisogno di un visto valido per entrare e lavorare.

Il tipo di visto dipende dallo scopo e dalla durata del tuo viaggio.

I residenti di alcuni Paesi possono richiedere un Electronic Travel Authority (ETA) che consente di visitare l’Australia per un massimo di tre mesi alla volta sia per turismo che per alcune attività aziendali come, ad esempio, andare a una conferenza.

Tuttavia, se svolgi qualsiasi tipo di impiego retribuito, hai bisogno di un visto che ti permetta di intraprendere quel tipo di lavoro.

L’eccezione è se sei cittadino neozelandese con passaporto neozelandese: in tal caso, puoi vivere e lavorare in Australia a tempo indeterminato e, all’arrivo, ti verrà concesso uno Special Category visa (Subclass 444).

Un altro scenario è se sei il coniuge o il partner di un cittadino australiano o residente permanente. Anche in questo caso dovrai comunque richiedere un visto partner che potrebbe essere più costoso di un visto di lavoro, ma non ti obbliga a dover richiedere alcun permesso di lavoro aggiuntivo.

Inoltre, i titolari di visto per studenti non hanno bisogno di richiedere un permesso di lavoro, ma esistono dei limiti al numero di ore di lavoro a settimana.

Tipi di visto di lavoro per l’Australia

In Australia, i visti di lavoro si dividono in tre grandi categorie: per soggiorni di breve durata, temporanei e permanenti.

Ogni visto prevede una commissione per la richiesta, tempi di elaborazione e requisiti di idoneità specifici.

Visti di lavoro per soggiorni di breve durata

I visti di lavoro per soggiorni di breve durata sono destinati a coloro che, prima di tornare a casa, vogliono intraprendere lavori temporanei o stagionali in Australia come, ad esempio, l’agricoltura e l’ospitalità.

Il visto Working Holiday (Subclass 417) consente ai candidati provenienti dai Paesi idonei di lavorare in Australia per un massimo di un anno e, al momento della presentazione della domanda, devi avere un’età compresa tra 18 e 30 anni (o fino a 35 anni per alcuni Paesi come Francia e Canada

Un visto simile al precedente, ovvero il  Work and Holiday (Subclass 462), interessa un’ulteriore serie di Paesi, tra cui Stati Uniti, Cina e Singapore. Per ottenere questo tipo di visto e a seconda del passaporto che hai, dovrai soddisfare determinati requisiti di idoneità come, ad esempio:

  • Avere competenze funzionali nella lingua inglese
  • Avere denaro sufficiente sul tuo conto bancario sia per vivere in Australia che per lasciarla (circa 5.000 dollari australiani)
  • Avere un certificato di istruzione secondaria o terziaria (varia in base al Paese)

Questi visti non impongono che tu abbia un lavoro già programmato o che tu sia sponsorizzato da un datore di lavoro australiano, ma avrai un limite di sei mesi di impiego con ciascun datore di lavoro.

Durante il tuo primo anno in Australia, potresti essere in grado di richiedere un secondo e anche un terzo visto, se svolgi determinati tipi di lavoro, tra cui l’impiego nel settore del turismo e dell’ospitalità in regioni remote, nonché il recupero degli incendi boschivi e i lavori di costruzione.

Il Pacific Australia Labour Mobility (PALM) è un altro visto per soggiorni di breve durata che consente ai residenti di Papua Nuova Guinea, Fiji e molti altri Paesi di intraprendere un impiego stagionale o temporaneo per un datore di lavoro avente diritto.

Questo visto costa 335 dollari australiani e può essere concesso per un massimo di quattro anni, a seconda del tipo di impiego.

Un’altra opzione per i soggiorni di breve durata al di fuori dei programmi di visto per le vacanze è il visto Temporary Work (Specialist Short Stay) che è valido fino a sei mesi ed è destinato a persone con competenze altamente specializzate di cui un datore di lavoro australiano ha bisogno e che non può ragionevolmente trovare in Australia.

Il costo di questo visto è di 405 dollari australiani e puoi completarne la richiesta solo prima di arrivare in Australia.

In genere, le richieste di visto per vacanze e altre richieste di visto a breve termine vengono elaborate più velocemente rispetto ad altri visti di lavoro. Infatti, i tempi di elaborazione per il visto 417 Working Holiday vanno da un solo giorno a 44 giorni, mentre il 90% dei visti Pacific Australia Labour Mobility viene elaborato in due settimane.

Visti di lavoro temporaneo

I visti di lavoro temporaneo sono più complessi dei visti per soggiorni di breve durata e, in genere, prevedono che tu abbia competenze specifiche o la sponsorizzazione da parte di un datore di lavoro.

Questi visti possono permetterti di portare con te la tua famiglia in Australia e, se vengono soddisfatti i requisiti per un visto permanente, potrebbero portare alla residenza permanente.

Il Temporary Skill Shortage visa category (Subclass 482) costa da 1.455 a  3.305 dollari australiani e consente ai lavoratori qualificati di rimanere in Australia per un periodo compreso tra i due e i cinque anni. Per poterne fare richiesta, avrai bisogno di formazione o esperienza lavorativa in una delle attività presenti nell’elenco delle professioni qualificate che comprendono contabili, cuochi e chiropratici. La durata della validità del visto dipende dal tipo di occupazione.

I lavoratori qualificati, che hanno recentemente completato gli studi, hanno ulteriori opzioni di visto come il Temporary Graduate (Subclass 485), destinato agli studenti internazionali che hanno studiato in Australia o all’estero e hanno occupazioni specifiche. La richiesta di questo visto costa 1.895 dollari australiani ed ha tempi di elaborazione che vanno dai 5 ai 17 mesi.

L’Australia prevede anche programmi di visto per i lavoratori qualificati disposti a vivere fuori dalle grandi città. Uno di questi è il visto Skilled Work Regional (Provisional) (subclass 491) che costa dai 4.640 dollari australiani in su ed è valido fino a cinque anni.

Per poterlo avere, devi vivere in un’ “area regionale designata” e, dopo tre anni, puoi richiedere la residenza permanente.

Visti di lavoro permanente

In alcuni casi, potresti avere diritto a un visto permanente senza prima trascorrere del tempo in Australia come residente temporaneo.

Un datore di lavoro australiano deve scegliere dei lavoratori qualificati con almeno tre anni di esperienza, che devono sottoporsi a una valutazione delle competenze al fine di qualificarsi per il visto ‘Employer Nomination Scheme (Subclass 186).

A sua volta, il visto Skilled Nominated(Subclass 190) prevede la candidatura da parte di un ente governativo, mentre il visto Skilled Independent (Subclass 189) non la prevede.

I visti Skilled sono disponibili solo per i richiedenti di età inferiore ai 45 anni. Per candidarti, devi inviare una manifestazione di interesse sulla piattaforma SkillSelect e guadagnare almeno 65 punti in base a fattori quali età, conoscenza della lingua inglese ed esperienza lavorativa.

Altre opzioni di visto permanente includono il Global Talent Visa Program per “professionisti altamente qualificati” e il visto Business Innovation and Investment.

Se non sei sicuro di quale visto di lavoro australiano richiedere o se soddisfi i requisiti per il visto, valuta la possibilità di farti aiutare da un agente dell’immigrazione o da uno specialista per soggiorni di breve durata.

Come richiedere il visto di lavoro per l’Australia

Per gestire le richieste di visto, il sistema di immigrazione australiano utilizza un portale online. Nella maggior parte dei casi, puoi richiedere un visto via web e riceverlo tramite email.

Per un visto di lavoro per soggiorno di breve durata, preparati a caricare i seguenti documenti:

  • Un passaporto valido
  • La tua storia professionale e la tua formazione
  • Prova di fondi sufficienti sul tuo conto bancario
  • Prova della conoscenza della lingua inglese (se del caso)
  • Lettera di sostegno da parte del Governo del tuo Paese (se del caso)

Per i visti per soggiorni di lunga durata potrebbe essere necessario eseguire ulteriori passaggi per dimostrare di soddisfare i requisiti sanitari e caratteriali imposti dal Governo australiano. Ciò potrebbe includere:

  • Una visita medica
  • Un certificato della polizia del tuo Paese di residenza
  • Un colloquio presso l’Ambasciata o il Consolato australiano più vicino

Poiché i tempi di elaborazione possono variare notevolmente da un visto all’altro, assicurati di preparare la tua richiesta di visto australiano e di inviarla con largo anticipo rispetto all’arrivo previsto.

Una volta ottenuto un visto di lavoro australiano, il tuo potenziale datore di lavoro può verificarlo con il Department of Home Affairs tramite un portale online.

FAQ sul visto di lavoro per l’Australia

Hai ancora domande sui programmi di visto di lavoro o sull’immigrazione in Australia? Continua a leggere per trovare le risposte ad alcune delle domande più comuni sui visti.

Cos’è la residenza permanente?

La residenza permanente è uno status di immigrazione che consente a una persona non cittadina australiana di rimanere legalmente nel Paese a tempo indeterminato. Chi detiene questo status è riconosciuto come residente permanente australiano.

Puoi lavorare permanentemente con un visto di lavoro per l’Aus?

I visti permanenti descritti sopra offrono il percorso verso la residenza permanente. Se richiedi e ti viene concesso un visto permanente, in genere puoi rimanere in Australia a tempo indeterminato, a condizione che tu mantenga i requisiti.

Con un visto temporaneo, è possibile richiedere la residenza permanente dopo aver vissuto in Australia per alcuni anni. Le regole variano per ogni tipo di visto, quindi, per saperne di più, controlla le informazioni sulla pagina ufficiale del visto che stai richiedendo.

Nella maggior parte dei casi, i visti per soggiorni di breve durata, come quelli rilasciati attraverso il Working Holiday Program, non sono un percorso verso la residenza permanente. Se vuoi trovare un lavoro e rimanere definitivamente in Australia, probabilmente dovrai tornare a casa e richiedere un visto permanente.

Cos’è un datore di lavoro australiano approvato?

Un datore di lavoro australiano approvato è un’azienda a cui il Governo australiano ha concesso il permesso di sponsorizzare i richiedenti il visto. Per molti visti, prima di iniziarne il processo di richiesta, dovrai essere assunto da un datore di lavoro approvato per svolgere un impiego permanente o temporaneo.

Come posso verificare quali sono i requisiti più recenti per il visto?

Il Governo australiano aggiorna frequentemente i requisiti e le tariffe associati ai visti di lavoro. Verifica sul sito web ufficiale tramite i link indicati sopra, oppure contatta l’Ambasciata o il Consolato australiano più vicino per avere le informazioni più recenti.

Dove posso trovare un elenco completo delle occupazioni qualificate?

Il sito web del Department of Home Affairs elenca tutte le occupazioni qualificate. Cliccando qui, puoi accedere all’elenco.

Qual è il limite di età per il visto Working Holiday (Subclass 417)?

Il limite di età per il visto Working Holiday varia in base al Paese di origine. Nella maggior parte dei casi, tale limite è di 30 o 35 anni. Cliccando qui, puoi trovare le linee guida specifiche per questo visto.

I miei familiari possono rimanere in Australia con me se ho diritto a un visto di lavoro?

In genere, alcuni membri della famiglia possono trasferirsi in Australia con te, a seconda del tipo di visto che richiedi.

Normalmente, l’Australia consente al coniuge o al partner del richiedente e alle persone a suo carico di presentare domanda attraverso il programma di visto per familiari. Tieni presente che, nella maggior parte dei casi, tutti i membri della tua famiglia dovranno compilare una domanda e pagare una commissione.

Posso lavorare e rimanere legalmente in Australia se sono un lavoratore autonomo?

Sì, puoi lavorare legalmente in Australia come lavoratore autonomo se ottieni un visto. Per il lavoro autonomo sono disponibili due visti: il Subclass 132 Business Talent e il Subclass 188 Business Innovator. Dai uno sguardo ai rispettivi link per saperne di più sui requisiti di idoneità.

Quando e come devo pagare le commissioni per il visto?

Con la maggior parte dei visti, al momento della presentazione della domanda dovrai pagare le commissioni richieste. Puoi farlo online tramite carta di credito, PayPal, UnionPay o BPAY. Qui trovi ulteriori informazioni sui pagamenti delle commissioni.

Invia denaro a casa nel modo più semplice

Che tu abbia intenzione di studiare in Australia o di trasferirti lì permanentemente, è probabile che dovrai inviare denaro oltre confine.

Remitly semplifica l’invio di denaro dall’Australia con una comoda app mobile e commissioni di trasferimento trasparenti. Scarica l’app e iscriviti per ricevere un bonus sul tuo primo trasferimento.

Per sapenre di più: